Rhiannon Kennedy vince la prima edizione del Rhino Prop Star

Alla Rhino abbiamo molto a cuore i piloni, ovviamente. Sono il ruolo dove si gioca sul serio, i veri guerrieri del rugby, e il nostro lavoro, da decenni, consiste nel rendergli la vita un pochino più semplice. Abbiamo quindi deciso di cercare il Rhino Prop Star 2017.

L’idea

Aperto a tutti i piloni non professionisti del Regno Unito, di codice Union e League, maschile e femminile, vogliamo nominare i più amabili “destri” e “sinistri” che vanno oltre la chiamata al dovere, sia dentro che fuori dal campo. Il più bello e versatile di tutti sarà incoronato come Rhino Prop Star 2017. Se la gloria del titolo non è abbastanza, vincerà inoltre un set di copripali professionali personalizzati con il logo del Club di appartenenza (oltre 1000€)

Dopo un’anno di estenuanti ricerche per il Pilone amatoriale che va al di sopra e al di là del suo ruolo in campo, sono state oltre 40 le candidature giunte da tutto il Regno Unito. Sono stati poi tre giudici d’eccezione, ovvero i British & Irish Lions Adam Jones e Jason Leonard, oltre alla Leggenda Inglese Rocky Clark a scegliere i migliori tre.

La vincitrice

Rhiannon Kennedy, vincitrice del Primo Rhino Prop Star

È Rhiannon Kennedy del Streatham-Croydon RFC ad aggiudicarsi l’inaugurale Rhino Prop Star 2017, che ha ricevuto il prestigioso riconoscimento dall’icona del rugby inglese Martin Johnson, durante l’intervallo del 136° Varsity Match a Twickenham.

Assieme a Rhiannon alla finale di Twickenham sono giunti: Jon Paul Hardman del Bolton RUFC e James Cleverly del Beckenham RFC, scelti dai tre leggendari giudici del Rhino Prop Star 2017. La vincitrice poi, è stata scelta mediante una votazione pubblica online che ha visto la partecipazione di migliaia di votanti.

James Cleverly non allena solamente nel settore junior e senior, ma utilizza il rugby come approccio per costruire sicurezza e consapevolezza con ragazzi con bisogni speciali.

In qualità di consigliere esperto, Jon Paul Hardman ha aumentato in modo considerevole la rosa dei giocatori, ha raccolto i fondi per nuovi campi, organizzato tornei di beneficienza e raggiunto ragazzi da altri ambienti per fargli provare il rugby.

 

I commenti

Il giudice Rocky Clark ha commentato il risultato: “Rhi è la meritata vincitrice, ha mostrato dedizione al gioco ed è una vera guerriera in prima linea. Il suo impegno per il Club e per aiutare gli altri sono caratteristiche fondamentali per una Prop Star.”

Quanto il risultato è stato annunciato, il papà di Rhi, presente sugli spalti, ha detto: “Tutti e tre meritavano di vincere, ma sono molto orgoglioso di mia figlia, sto tremando! fa veramente tanto per il Club. Fa tutto questo lavoro per il Club ancora da prima di trasferirsi a vivere li, prendeva l’autobus e non tornava prima delle 2 di notte, è così apprensiva per le sue cose, ed è bellissimo vederla sorridere come sta facendo adesso.”

Reg Clark, CEO di Rhino ha poi aggiunto: “È stato fantastico unire questi due eventi incredibili, la finale del Rhino Prop Star ed il Varsity Match e portarli a Twickenham. I migliori aspetti del rugby amatoriale in uno dei luoghi più prestigiosi del Rugby Internazionale.”

La prossima edizione del Rhino Prop Star say lanciata nel corso del 2018, con la versione junior che partirà invece ad inizio anno.

Ecco i video di presentazione dei tre finalisti:

https://www.youtube.com/watch?v=WyLrC11b6jo

Iscriviti alla Newsletter Rhino
Tutte le offerte e ultime notizie dal mondo Rhino direttamente sulla tua email.
Rispettiamo la tua privacy.
error

Ti piace questo sito? Aiutaci a diffonderlo